Impianti abbattimento fumi cottura cibi

Lo Studio d'Impiantistica Santucci e Cavaliere è specializzato nella progettazione, direzione tecnica dei lavori e certificazione di sistemi di ventilazione meccanica necessari per lo smaltimento dei fumi e vapori dei processi di cottura settore alimentare. I sistemi di evacuazione possono essere integrativi e/o alternativi ai classici sistemi di evacuazione fumi (camini - canne fumarie). Per salvaguardare la tutela dell'ambiente esterno è necessario il contenimento delle emissioni di fumi e vapori mediante l'applicazione dei sistemi impiantistici di ns. progettazione.

Lo Studio ha sviluppato progetti innovativi inerenti le tecniche per la realizzazione ed il collaudo di sistemi di abbattimento fumi per i processi di cottura delle attività alimentari garantendo l'ottimale funzionamento dell'impianto di ventilazione, il contenimento delle emissioni esterne, nonché l’idoneità tecnico-amministrativa da parte degli enti competenti. Detta idoneità sarà garantita mediante espletamento di parere di conformità da presentare presso l'ente competente e/o autorizzativo, quale atto propedeutico all'apertura del sito produttivo alimentare.

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA ABBATTIMENTO FUMI E VAPORI PER CUCINA RISTORAZIONE 
L’estrazione dei fumi e dei vapori di cottura, nella zona di preparazione cibi della cucina, avviene per mezzo di apposito ventilatore con portata d’aria desunta mediante analisi delle norme UNI CIG e gli standards della tecnica di ventilazione secondo ASHRAE HANDBOOK APPLICATION 1999 Chap. 30 “kitchen ventilation”.



L'impianto in esame è costituito da due sezioni, rispettivamente ad umido ed a secco. 

L’abbattitore fumo ad umido denominato “scrubber” è del tipo a getto d’acqua alta-media pressione in grado di abbattere le particelle di fuliggine, oli e grassi presenti nei fumi/vapori degli impianti di cottura. Detto apparato è costituito da plenum in acciaio a tenuta stagna all'interno del quale è presente una o più rampe di distribuzione del getto d’acqua in controcorrente rispetto al flusso dell’aria che lo attraversa. Per il campionamento dell’acqua è stato previsto un pozzetto in materiale plastico posto a monte dell’allaccio del sistema fognario e successivo l’abbattimento del flusso d’aria di cucina. Le acque reflue prodotte dal ciclo di abbattimento sopra citato sono da considerarsi come acque reflue domestiche in quanto prive di qualsiasi inquinante. 

L’abbattitore fumo a secco è costituito da più sezioni filtranti (a base di carboni attivi), con la duplice funzione di trattenere l’aeriforme in sospensione ed eliminare il disturbo dei fumi maleodoranti. I filtri sono del tipo a carboni attivi con elevata capacità di “adsorbimento”. Detto sistema è gestito mediante accurato piano manutentivo che prevede il controllo mensile dei filtri e la sostituzione degli stessi nell’arco temporale di quattro mesi. Per il campionamento è previsto un raccordo per ispezione e prelievo del diametro di ½” posto a valle dell’abbattitore a secco ed a monte del flusso d’aria addotto all’esterno in atmosfera.

L’aria è addotta all’esterno su area non praticabile al fine di non arrecare incomodo e disturbo al vicinato. 

La rumorosità prodotta dal funzionamento degli impianti relativamente alle unità di ventilazione è contenuta nei limiti imposti dalle norme in materia di inquinamento acustico (L. 447/95, DPCM 14/11/97 e s.m.i.).
Gallery
  • Impianti abbattimento fumi aria-acqua

    Impianti abbattimento fumi aria-acqua

    Impianto abbattimento fumi con scrubber ad acqua, centrale di filtrazione aria, e/ventilatore a semplice aspirazione e canalizzazioni in acciaio